Pizzerie Bologna. La lista delle 5 pizze migliori di Bologna

Pizzerie Bologna. La lista delle 5 pizze migliori di Bologna

Gli indirizzi sicuri dove la pizza a Bologna è squisita...

Pizzerie a Bologna

 

 

Bologna, vista dal punto della gastronomia, è molto più di tagliatelle al ragù e tortellini. Oggi il capoluogo emiliano ospita pizzerie buonissime e degne della più alta cucina gourmet.

Anche la pizza, da sempre il piatto italiano per eccellenza, famoso in tutto il mondo per la sua semplicità, oggi si è evoluta, lasciando spazio a pizzaioli d’avanguardia, che sperimentano con farine, lievitazione e ingredienti. Bologna non fa eccezione, con la sua movida e la cultura radicale che da sempre la contraddistingue. Chef di fama internazionale stanno aprendo qui ristoranti, bistrot e pizzerie, dalle tradizionali alle più sperimentali: quelli dove si cucina solo esclusivamente la pizza napoletana classica, altri dove si usa solo lievito madre, altri dove c’è una grande attenzione agli ingredienti, con il marchio DOP o provenienti dai presidi Slow Food.

Chi vuole fare un corso da pizzaiolo a Bologna, non avrà che l’imbarazzo della scelta per specializzarsi dopo…

Visto che nonostante le tante pizzerie a Bologna non c’è una tradizione di pizza autoctona, potete trovarne per tutti i gusti e fatte secondo tutte le tradizioni pizzaiole dello stivale. Noi vi ne segnaliamo un locale per ognuna delle tipologie di pizze più amate e più popolari d’Italia.

 

Ti invitiamo, alla fine della lettura di questo articolo, a visitare la pagina del nostro

CORSO PIZZAIOLO

a soli € 590,00

attivo su oltre 20 città italiane, riconosciuto a livello internazionale e strutturato su un percorso di 2 livelli.

Il corso con processo formativo realizzato in conformità alla Norma Internazionale UNI EN ISO 9001:2015.

La pizza napoletana a Bologna: Spacca Napoli

Qui si mangia una pizza dalla forma “a ruota di carro”, come quella delle pizzerie del centro storico di Napoli, di dimensione extra large, con un’ottima mozzarella di bufala. Come se non bastasse, ci sono calzoni ripieni, primi piatti, secondi e dolci tipici della tradizione partenopea. Nel menu sono presenti anche pizze integrali, con farina ai 5 cereali e pizze dagli ingredienti particolari, per esempio il tartufo fresco a scaglie. Ma la più gettonata è la margherita, pizza rossa con pomodorini, bufala DOP e un pugno di basilico aggiunta a fine cottura. Ottimo il prezzo: solo 4,50 € per una margherita. Spacca Napoli è un locale moderno ed essenziale, si trova in Via San Vitale 45/A, amato dai bolognesi per la qualità, velocità e la semplicità degna dei più famosi locali di Napoli.

 

La pizza romana a Bologna: Pizzartist

Pizzartist è portato avanti da un vero e proprio artista della pizza, Marco Guerci, romano di nascita ma bolognese per passione. Il locale di via Marsala 35, in piena zona universitaria, è piccolo e costantemente affollato, un ambiente informale con personale giovane.

La specialità è la pizza alla pala tipica romana. La specialità che ottiene più consenso è quella fiordilatte, fiori di zucca e alici. Molto particolare e insolita, ma dal gusto sensazionale, è la pomodoro, pesto all’ortica e ricotta di bufala. Visto che qui è come essere a Roma, non possono mancare i fritti, che sono il tipico antipasto delle pizzerie romane. Queste prelibatezze impastellate sono carciofi, supplì, polpette di melanzane e fiori di zucca.

 

La pizza buona e giusta di Bologna: Masaniello Pizzeria etica

Tra le pizzerie a Bologna, questo tempio della pizza napoletana in via S.Donato 3c, serve pizze i cui ingredienti sono prodotti dalle cooperative sociali, tra le tante Libera Terra e NCO, che lavorano i beni confiscati alle mafie. Infatti, il motto di Masaniello Pizzeria etica è “panza piena e camorra vacante”. Ma oltre a essere etica la pizza qui è veramente buona. Al primo posto mettiamo la pizza ‘a Masaniello con salsiccia, friarielli, mozzarella di bufala, olio e.v.o., peperoncino, aglio e parmigiano reggiano. L’atmosfera è allegra e napoletana in tutti gli arredi e sulle pareti, dove spiccano immagini del Vesuvio, il ritratto di Pino Daniele e chi più ne ha più ne metta. A Bologna, visto il grande successo di Masaniello Pizzeria etica, da febbraio scorso ha aperto un secondo locale La Fattoria di Masaniello, in via Pirandello 6, con 120 coperti e un bel giardino.

 

La pizza simpatica di Bologna: MozzaBella

Questa tra le pizzerie a Bologna si è fatta notare per le scritte esposte in vetrina, un modo ironico ed efficace per farsi pubblicità. Mozzabella si trova nei locali di quello che era un vecchio negozio di modernariato in una delle strade più popolari di Bologna, via del Pratello. Il nome non compare mai e sull’insegna, al suo posto, vengono esposti calembour e aneddoti, del tipo: “Alimentare, Watson” e “È bio? È logico!”, che variano periodicamente. Anche l’arredo del locale, che è rimasto come era il negozio originario, elegante e retrò, il che è insolito per una pizzeria al taglio, suscita curiosità e simpatia. Il maestro qui è Michele di Leo, ex docente della Città del gusto di Napoli, già pizzaiolo del ristorante napoletano Palazzo Petrucci, anche lui della scuola Bonci, ma la gestione è responsabilità di sei ragazzi trentenni che vengono dal mondo della pubblicità, capitanati da Alberto degli Esposti. La pizza di MozzaBella è farcita con generosità e raffinata negli accostamenti cromatici. Alcune veramente ottime che vanno assolutamente assaggiate sono la crema di ceci e baccalà, la crema di zucca, patate viola e verdure saltate e la pizza con crema di cipolle e provola affumicata di Agerola, a cui vengono aggiunti filetti di tonno e basilico una volta che la cottura è terminata.

 

La pizza farcita di Bologna: ‘O Fiore Mio

‘O Fiore Mio è stata una delle prime “pizzerie di strada” ovvero tra le pizzerie a Bologna a proporre la pizza gourmet, preparata con ingredienti ricercati, provenienti dai presidi Slow Food. Qui, come recita lo slogan della pizzeria, “approfondiamo il concetto di tradizione della pizza italiana per renderla sempre moderna e attuale. Raccontiamo metodiche di panificazione ancestrali, materie prime di grande valore, progetti di filiera certa che valorizzano i territori”. Chiunque si trovi a passare in Piazza Malpighi 8 non potrà certo resistere alla tentazione di provare le pizze del coloratissimo bancone di ‘O Fiore Mio, ben visibile dalle grandi vetrate. Chi trepidante varcherà la soglia, scoprirà una pizza al taglio magnificamente farcita con le tante eccellenze gastronomiche della nostra penisola e del territorio, preparata con lievito madre e farine di altissima qualità. Gli impasti sono lievitati e maturati per oltre 24 ore per favorire la digeribilità e le farine utilizzate sono biologiche e macinate a pietra. Ma la caratteristica che rende questo locale unico nel suo genere è la creatività esplosiva nelle farciture, che cambiano a seconda del periodo e della stagione, sempre ricche e gustose. Da assaggiare assolutamente la pizza Punto G (un nome che è tutto un programma) con gorgonzola piccante, coppa stagionata, mandorle di Noto e miele di castagno, e la pizza Via Emilia con squacquerone e scalogno di Romagna DOP, erbe di campo saltate e guanciale stagionato. Buonissime anche le pizze più semplici come marinara o margherita. Come in tutte le pizzerie al taglio che si rispettino, da ‘O Fiore Mio la pizza è venduta a peso, dai 18 ai 25 euro al kg, variabili a seconda della ricchezza degli ingredienti.

Pizzerie Bologna. La lista delle 5 pizze migliori di Bologna ultima modifica: 2017-09-09T17:00:32+00:00 da Cristina